Archivi categoria: Il Gazzettino

Processo Mose, Orsoni “salvato” dalla prescrizione

Il Gazzettino di Venezia, 12 luglio 2019, cronaca di Venezia e Mestre

VENEZIA La Corte d’appello di Venezia ha deciso sul processo Mose accogliendo, di fatto, le richieste della Procura generale: l’ex sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, e l’ex presidente del Magistrato alle acque, Maria Giovanna Piva, non hanno vista riconosciuta l’assoluzione piena. Per loro rimane l’assoluzione per una parte dei capi d’accusa e reato prescritto per gli altri, come era avvenuto in primo grado.

Il collegio ha dichiarato il non doversi procedere per l’ex ministro Altero Matteoli ritenendo «il reato estinto per morte dell’imputato» e revocando «le corrispondenti situazioni civili». Per l’imprenditore Erasmo Cinque viene confermata la condanna a quattro anni per corruzione ma gli viene ridotta la confisca di beni a 9 milioni di euro. Infine per l’imprenditore Nicola Falconi scatta il non doversi procedere per prescrizione del reato mentre per l’ex presidente di Adria infrastrutture, Corrado Crialese, la pena è stata rideterminata in un anno e otto mesi. A tutti gli imputati vengono accollate le spese processuali mentre Cinque, Falconi e Crialese hanno visto una diminuzione di quanto dovuto, a vario titolo, alle parti civili.
Link all’articolo

Un’altra nave passa a San Marco nonostante la tempesta di vento I marinai sui rimorchiatori s’infuriano: «Sono imbecilli, e basta…»

Il Gazzettino di Venezia, 9 luglio 2019, cronaca di Venezia e Mestre

VENEZIA – Domenica 6 infuriava la tempesta su Venezia e Mestre, in Laguna il vento soffia forte, le previsioni meteo sono nere. Eppure la Costa Deliziosa, grande nave da crociera, salpa e passa, alta come un palazzo, con una superficie immensa esposta al vento, in Bacino San Marco. Passa, e ha persino rifiutato il quarto rimorchiatore che la Capitaneria di porto per due volte le aveva offerto. Passa, e il vento spinge il gigante fuori rotta, verso la riva dei Sette Martiri. I tre rimorchiatori sembrano impazziti: nel buio della tempesta i potentissimi motori eruttano colonne di fumo nero, appesi alle enormi cime svirgolano come pazzi per tirare la grande nave lontano dalla riva. L’impatto viene evitato per un soffio.

Eppure la lezione non è servita: ieri sera, 8 luglio, verso le 9 della sera, la storia si ripete: quella del meteo, e quella degli uomini. Di nuovo è tempesta su Venezia, pioggia torrenziale e un vento terribile, che in centro storico ha abbattuto alberi e perfino muri. E ciò nonostante, nel buio della sera di tempesta, una grande nave francese, la Horizon, salpa lo stesso e passa in Bacino San Marco. Anche stavolta gli equipaggi dei rimorchiatori si trovano in mezzo, e in questo video si sentono le voci dei marinai, l’equipaggio di un rimorchiatore. Un equipaggio professionale, che si scambia un giudizio professionale, pesante come un macigno: «Questi sono imbecilli, sono imbecilli, e basta…tutto quello che dovevamo dire lo abbiamo detto… tutto quello che dovevamo dire lo abbiamo detto, e siamo di nuovo punto e a capo: non vediamo più un c… di nulla…».
Link all’articolo