«Gestiremo noi Legge Speciale e Mose»

Il sindaco Brugnaro presenta i candidati del centrodestra con Brunetta. «Non è politica, ma convenienza: loro vinceranno»
La Nuova di Venezia, 10 febbraio 2018, sezione Cronaca

La nuova Legge Speciale la scriverà il sindaco. Il porto dovrà essere rilanciato, con nuove strutture per intercettare i traffici futuri (off-shore). Il Mose dovrà essere gestito dalla Città Metropolitana. L’accordo fra il Comune fucsia di Luigi Brugnaro e il nuovo governo di centrodestra è fatto. Manca soltanto un particolare: la vittoria alle elezioni del 4 marzo.

«Ma siamo in vantaggio, avremo la maggioranza assoluta», profetizza Renato Brunetta. L’economista e braccio destro di Berlusconi torna in laguna e annuncia la vittoria imminente della coalizione Lega-Forza Italia-Fratelli d’Italia. Fa i complimenti al sindaco Brugnaro («È il mio sindaco, sta governando bene»). Alla presentazione dei candidati del centrodestra c’è anche lui, il sindaco. In questi due anni e mezzo di governo della città l’etichetta di destra l’aveva sempre messa da parte. «Civico, al di sopra delle parti».

Adesso si schiera. «Ma è un voto di convenienza: per la città, non certo politico», prova a spiegare, «in questi anni siamo andati d’accordo anche con Renzi e il governo di centrosinistra, abbiamo portato a casa cose importanti. Ma adesso è il momento della svolta. Per Marghera e il suo rilancio occupazionale, le bonifiche. E per la Legge Speciale». Nel 2010 Brunetta era sceso in laguna con i ministri del governo Berlusconi. Magnificando il Mose e annunciando la nuova Legge Speciale. Adesso i tempi sono cambiati, in mezzo c’è stato lo scandalo, il Mose è lontano dalla sua conclusione. Brunetta precisa: «Ora la Legge Speciale la dovrà scrivere il sindaco, mi impegno per questo e per dargli maggiori poteri. Il Mose lo dovrà gestire la Città metropolitana. Bisogna finire le incompiute, pensare alla portualità».

Casellati gli fa eco: «E introdurre la Zona franca anche qui. Perché deve averla Trieste?». Brugnaro punzecchia il ministro Delrio. «Pensa che i cinesi scrivevano che volevano Venezia, e loro capivano Genova e Trieste. Forse non sapevano la lingua…».

Perché sostenere il centrodestra? Brugnaro insiste: «Questione di convenienza. Loro andranno al governo, e noi dobbiamo fare in modo che diano risposte a questa città. Bisogna voltar pagina, non più l’ideologia ma il bene comune». Quanto al Mose, Brugnaro ricorda che «non bastano i commissari per la legalità, ci vogliono anche gli ingegneri che finiscano l’opera. Il sindaco si sente «tutelato» dal centrodestra anche sulla questione della sicurezza. «Venezia è un esempio», dice Brunetta, «con i vigili messi a fare ordine pubblico. Noi faremo la legge che consente di dare più poteri ai sindaci e affidare ai giudici di pace che saranno assunti dalla Città metropolitana vicende penali che prevedono fino a un anno di carcere». «In cella per una notte e rifletti», dice Brugnaro, rinfrescando un suo vecchio cavallo di battaglia.

Altro progetto, quello del vincolo di mandato. Un parlamentare eletto non potrà più «cambiare casacca», cioè cambiare il partito abbandonando quelli che lo hanno eletto. «Questione di coerenza, deve valere anche per i consiglieri comunali», dice il sindaco ricordando la vicenda di Scarpa e Serena, eletti con la lista dei fucsia poi passati al Gruppo Misto e all’opposizione. Causin ascolta impassibile. Lui di partiti ne ha cambiati parecchi. Dal Pd ad Ap, ora a Forza Italia. «Ma è una garanzia di indipendenza, l’avevano messo nella Costituzione contro le leggi fasciste», dice.

Prime divisioni anche sul vincolo di mandato? «Basta! Smettetela giornalisti», si arrabbia il segretario leghista Sergio Vallotto, «non ci sono fratture tra noi e Forza Italia. Forse vi piacerebbe, ma non ci sono. Restiamo insieme. E il sindaco Brugnaro è un bravo sindaco. Stop». La politica è così. Non più tardi di un anno fa, Vallotto aveva minacciato la crisi di giunta per l’uscita dell’assessore leghista al Commercio. Adesso Lega e Forza Italia corrono insieme.
Link all’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...