Mose, primo vertice con i nuovi commissari

Martedì riunione operativa a Roma con il gruppo nominato da Cantone e Delrio Si insedia il nuovo sub commissario Federcalcio: è stato avvocato di Mazzacurati
La Nuova di Venezia, 3 febbraio 2018, sezione Cronaca

VENEZIA. Il nuovo vice commissario della Federcalcio, il superavvocato Angelo Clarizia, ha lavorato anche a Venezia. È stato infatti per anni il legale personale di fiducia dell’ex presidente-direttore del Consorzio Venezia Nuova, Giovanni Mazzacurati e ha collaborato con lo studio di Alfredo Biagini, ex avvocato del Consorzio e anch’egli legale di Mazzacurati. Ha anche prestato la sua opera per il Consorzio negli anni Novanta in una causa intentata contro l’Enel, poi alla fine degli anni Duemila per alcune cause contro gli ambientalisti.

Un curriculum piuttosto corposo, quello del professore-avvocato. Adesso nominato dal commissario Fabbricini come suo subcommissario insieme al calciatore Alessandro Costacurta. Clarizia era giudice sportivo per la Federcalcio, specialista in Lavori pubblici e ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato.Dai commissari del calcio a quelli del Consorzio. È stata convocata per martedì in Prefettura a Roma la prima riunione del “Gruppo di lavoro interistituzionale” nominato dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone, dal ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio e dal prefetto di Roma. I tre “saggi” non avranno poteri operativi, ma dovranno relazionare a Cantone e al ministero sulle spese del Consorzio e sull’impiego dei finanziamenti. Sono il generale della Guardia di Finanza distaccato all’Anac Cristiano Zaccagnini, il dirigente della prefettura di Roma Michelangelo Lo Monaco, il capo Dipartimento Trasporti, Affari generali e Personale del ministero, ingegner Alberto Chiovelli.

Prima riunione in una sede insolita, la Prefettura di Roma, per parlare di salvaguardia e di come «portare avanti la grande opera», alle prese con problemi crescenti. L’ultimo, il fermo dei cantieri, dovuto ai contenziosi delle imprese e a divergenze di vedute tra i commissari nominati da Cantone e il presidente del Magistrato alle Acque Roberto Linetti.

I primi intendono anticipare pagamenti alle aziende vincitrici della gara di appalto per la costruzione degli impianti elettrici per sollevare le paratoie già sul fondo e a rischio corrosione. Il secondo vorrebbe sbloccare la situazione anticipando pagamenti per vecchi lavori alle imprese azioniste del Consorzio, nonostante i contenziosi in corso. L’accordo firmato in Prefettura a Venezia l’altro giorno ha in parte sbloccato la situazione. Qualche milione di euro potrà essere speso adesso per continuare i lavori alle bocche di porto e costruire il nuovo edificio all’Arsenale. E per mettere in acqua il jack-up, la nave costata 52 milioni di euro e mai utilizzata per la manutenzione delle paratoie. Temi e criticità che dovranno essere trattati ora anche dai nuovi commissari.
Link all’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...