Venezia, vaporetti alimentati con il diesel green della bioraffineria Eni

Pronta l’intesa. La sperimentazione seguirà quella di Torino Coinvolte tutte le 162 imbarcazioni della società comunale
La Nuova di Venezia, 27 gennaio 2018, sezione Cronaca

VENEZIA. Vaporetti, motoscafi e motonavi. A breve, probabilmente nell’arco di poche settimane, tutte le 162 imbarcazioni della flotta dell’Actv andranno con il biodiesel (Eni Diesel più) prodotto nella raffineria dell’Eni a Porto Marghera. Sarà una sperimentazione, sull’esempio di quanto già fatto a Torino nei mesi scorsi. La firma dell’accordo per l’avvio della sperimentazione, che vedrà riuniti intorno a un tavolo i rappresentanti di Comune, Avm-Actv, Cofindustria ed Eni, è stata annunciata giovedì sera dal presidente di Confindustria. Vincenzo Marinese, nell’intervento conclusivo della presentazione di Top500, l’inserto della Nuova dedicato alle prime cinquecento aziende, per fatturato, del Veneziano, lo ha annunciato come esempio positivo della riconversione di Porto Marghera e della capacità della città di saper fare squadra.

A Venezia quindi succederà quello che è già avvenuto nella città della Mole. Nel luglio del 2017 Eni, la Città di Torino e Gtt – il Gruppo Torinese Trasporti e Amiat, società del Gruppo Iren, hanno firmato l’accordo per avviare un progetto di sperimentazione su larga scala basato sull’utilizzo da parte degli autobus torinesi di Eni Diesel più, carburante che contiene il 15% di componente rinnovabile, allo stesso costo del gasolio utilizzato dai mezzi in servizio sulla rete urbana, essendo aggiudicataria della fornitura dei combustibili agli autobus di Torino. Nel complesso sono stati coinvolti 650 mezzi.

Un autobus della flotta è stato inoltre impiegato nei laboratori Eni a San Donato Milanese per svolgere, in collaborazione e con la supervisione dell’Istituto Motori del Cnr di Napoli, altri test sperimentali, finalizzati a validare l’impatto. Il nuovo combustibile, stando alla ricerche realizzate, permette di ridurre l’emissione di idrocarburi incombusti, ossido di carbonio e particolato. In particolare i test realizzati a San Donato, certificati e resi noti dal Cnr alla fine dello scorso ottobre, hanno dimostrato che l’utilizzo del carburante “Eni Diesel più” fa ridurre le polveri sottili del 40%, il particolato del 16% e l’anidride carbonica (CO2) del 7%. «A valle dell’esperienza positiva di Torino e visti i risultati dei test condotti», fa sapere l’Eni, «stiamo ragionando con il Comune per replicare l’iniziativa anche a Venezia».

Stando agli ultimi dati Arpav sull’inquinamento delle imbarcazioni in città, che però risalgono ad alcuni anni fa, il traffico portuale commerciale (navi mercantili) emette il 18% di polveri ultrasottili (Pm2,5); il traffico acqueo passeggeri (traghetti e navi da crociera), il 12% e il traffico acqueo locale (vaporetti e imbarcazioni di vario genere) il 14%. L’utilizzo di carburante verde in tutti i mezzi della flotta di Actv permetterebbe quindi anche di ridurre gli inquinanti immessi nell’aria. Qualcuno si potrebbe chiedere: ma perché l’accordo siglato vale per i vaporetti ma non per gli autobus? Semplicemente perché Eni è l’azienda che ha vinto l’appalto per rifornire i vaporetti, mentre è un’altra la società aggiudicataria del rifornimento di carburanti per gli autobus. Il diesel grenn prodotto nella bioraffineria di Marghera è realizzato, per il 15%, da componente rinnovabile. Oggi la parte bio del diesel acquistabile in qualsiasi stazione di rifornimento è del 6,5% e dovrà crescere al 10% nel 2020.
Link all’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...