Pili, anche il Ministero chiese la bonifica

Nel febbraio 2017 la comunicazione: «Attuare misure di prevenzione per evitare danni sanitarie a ambientali»
La Nuova di Venezia, 21 gennaio 2018, sezione Cronaca

Il ministero dell’Ambiente ha già formalmente invitato Porta di Venezia – la società di proprietà del sindaco Luigi Brugnaro che possiede l’area dei Pili – ad attuare misure di prevenzione che la mettano al riparo da possibili danni sotto il profilo sanitario o ambientale, dati i suoi livelli di inquinamento.

La comunicazione è del 24 febbraio 2017 e non risulterebbe che allo stato attuale sia stata compiuta dalla società di Brugnaro quella «analisi di rischio in modalità diretta che consenta di valutare i rischi sanitari e ambientali derivanti dalla situazione di contaminazione presente nel sito, anche al fini di tutelare gli operatori presenti nell’intera area di stabilimento», come chiede la Direzione generale del ministero dell’Ambiente.

Su questa base il senatore di Liberi e Uguali Felice Casson ha già presentato un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti chiedendo «se abbia provveduto alla formale messa in mora per via giudiziaria della società Porta di Venezia, attuale proprietaria del sito denominato “Pili”, nell’ipotesi che questa non abbia provveduto ad adottare le necessarie misure di prevenzione del sito al fine di garantire la dovuta tutela sanitaria ed ambientale, come richiesto dallo stesso Ministero».

E ieri il senatore Casson – presente al convegno di Liberi e Uguali sulla Sinistra e l’Europa tenutosi all’Ateneo Veneto – è tornato sulla questione Pili e sui progetti di riutilizzo di cui si parla – che coinvolgerebbero anche l’imprenditore di Singapore Ching Chiat Kwong, che ha da poco acquistato a fini alberghieri dal Comune di Venezia Palazzo Donà e Palazzo Poerio Papadopoli – per il quale è stata chiesta anche la convocazione di un Consiglio comunale straordinario, oltre che di una Commissione consiliare straordinaria.

«Se avessero il via libera i progetti di cui si parla in queste settimane sull’area dei Pili, unitamente a quello, sempre sostenuto dal sindaco Brugnaro di un nuovo terminal crocieristico per le Grandi Navi sempre nell’area di Marghera, finirebbe per saltare e venire meno tutta l’attività industriale di quest’area, oltre all’evidente conflitto di interessi del primo cittadino in questo caso, che il blind trust non può certo sanare. Al di là di quello che sarà poi il dibattito in Consiglio comunale, incontrerò nei prossimi giorni il ministro dell’Ambiente Galletti proprio per capire il quadro della situazione per quanto riguarda l’inquinamento dei Pili e le misure adottate o da adottare dal punto di vista ministeriale. Ho già chiesto anche un accesso agli atti perché mi risulta che siano stati comunque compiuti studi o analisi che consentono di conoscere con esattezza il grado di inquinamento e dunque anche di pericolosità dell’area, dove tra l’altro sarebbe presente anche la radioattività. Non vedo come, in questo quadro, possano essere portati avanti progetti per i Pili come quelli di cui si è parlato in queste settimane».

Il progetto dell’imprenditore di Singapore per l’area dei Pili, ai quali starebbe lavorando anche un noto progettista come Tobia Scarpa, prevederebbe tra l’altro la realizzazione di un albergo, di ville e di una darsena turistica, oltre alla realizzazione di quel Palazzetto dello Sport che Brugnaro ha più volte dichiarato di volere che fosse realizzato proprio ai Pili per la “sua” Reyer. A chiedere la costituzione di una Commissione consiliare sui Pili (vedi sotto) sono stati i consiglieri del Gruppo Misto Renzo Scarpa e Ottavio Serena.
Link all’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...